Van Langen: Alte Zeyten

0
Condividi:

Ver Sacrum Il periodo compreso tra l’ultima settimana di settembre e la prima di ottobre è ben noto a tutti i bevitori di birra, perché in quel di Monaco di Baviera si svolge la più famosa celebrazione birraria del mondo: l’Oktoberfest. Sarà forse per celebrare questa festa che è stato pubblicato e distribuito anche in Italia questa compilazione di vecchi brani di Van Langen, che credo sia un progetto di una certa fama in terra tedesca, autore di numerosi album. Infatti potremmo dire che questo CD sta alla musica alternativa tedesca come il quadrinomio “Pizza-spaghetti-mandolino-baffetto” sta alla cultura italiana in genere… Lo stile musicale appare influenzato da diversi generi (dal folk celtico al metal con influenze medievaleggianti, dall’elettronica alle tematiche germanico-vichinghe, dal metal alla Rammstein alle ballate medievali fino al pop da classifica teutonico) ma, per ciascuno di essi, sembra riuscire a prendere solo gli stereotipi più convenzionali. Non conosco assolutamente la discografia completa del gruppo e questa dovrebbe essere una raccolta del meglio (non oso immaginare il resto…) della produzione tra il 1999 e il 2000: forse col tempo Van Langen si è liberato dai cliché di cui questo disco è pieno; certo che tra i 19 brani qui contenuti, ben pochi sono quelli che riesco veramente a salvare (“Eyn Morgenlaendisch Taenzelynn”, la versione live di “Palästinalied” non è originale ma in fondo è bella, e pochissimi altri scampoli): è consigliato l’ascolto davanti a un piatto di würstel e crauti e dopo aver bevuto qualche boccale di birra… ovviamente da litro!

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.