Christabel Dreams: Christabel Dreams

0
Condividi:

Ver Sacrum Indubbiamente, il mini cd dei Christabel Dreams nasce dall’amore che il quartetto romano ha per le sonorità gothic, post punk e wave british degli anni ’80. Dunque inevitabili le influenze di Mission, Cure, Chameleon, Sad Lovers and Giants (senza scomodare i Joy Division), anche se in “The candles light” mi pare vibrino ricordi delle realtà coeve italiane. La ricerca di quel suono è talmente certosinamente ricercata e voluta (notevole in questo senso il lavoro “filologico” sulla chitarra e sulle parti vocali in “Sheila in the daylight”) che forse i quattro pezzi presentati sono troppo pochi per farci superare la sensazione inevitabile di forte derivatività. Di sicuro ben suonato e ben prodotto (quest’ultima cosa elemento davvero non scontato), ma attendiamo i Christabel Dreams sulla lunga durata, in un full lenght di maggiore respiro. E date le capacità, sicuramente troveranno chi darà loro la possibilità.

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.