Poets to their Beloved: Embrace the Fool

0
Condividi:

Ver Sacrum Embrace the Fool è il debut del duo Poets to their Beloved, in uscita per l’etichetta portoghese Equilibrium Music. Saskia Dommisse e Marcel Schiborr, titolari del progetto, si sono incontrati presso un workshop di Brendan Perry, e da lì in poi un comune sentire li ha portati a generare questo album di debutto. Come l’etichetta ci ha abituato, il disco si aggiunge alla già lunga lista degli epigoni del suono folk etnico di matrice prettamente romantica. Chi segue il genere sa già cosa lo attende: delicatezze acustiche con chitarrina predominante, leggere percussioni e voce maschile e femminile che si alternano, mentre titoli come “Ode on Melancholy “, “I Drowned in You”, “The Golden Cage of Fateful Emotions” suggeriscono abbastanza chiaramente dove si va a parare, complici testi come “In our lives we pray, we find out different ways / in our lives we dream of love and anything in between” (da “The Disillusioned Nihilist”). I primi tre brani scorrono via abbastanza anonimi. “My Moments Of Tranquillity” molto alla lontana riporta alla mente proprio il nume tutelare Brendan Perry di Eye of the Hunter, senza tuttavia raggiungere le vette dell’australiano. Il primo guizzo arriva con “Ode On Melancholy”, brano tra i più riusciti, ma siamo già a metà del disco. Il resto dell’album procede più o meno sulla stessa falsariga, e il passo verso la noia è breve, molto breve. L’acquisto di Embrace the Fool è consigliato esclusivamente agli appassionati del genere, tutti gli altri farebbero bene a passare oltre.

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.