Wynardtage: Praise the fallen

0
Condividi:

Ver Sacrum Dopo aver disquisito sull’ultima nefandezza a firma Agonoize, eccoci a parlare di un altro album del sempre piu’ derelitto filone “harsh-elettro”. Praise the fallen è il terzo full lenght di Wynardtage, disco per il quale non riesco a ribadire il giudizio tutto sommato positivo espresso un anno fa circa commentando l’album Evil Mind. Il sottoscritto è giunto alla definitiva saturazione per quanto riguarda certe sonorità o Wynardtage ci si è appiattito ancora di piu’ rispetto ai suoi precedenti lavori? Probabilmente la verità sta nel mezzo. Certamente Praise the fallen non è disco da disprezzare in toto e in campo “harsh-elettro” c’è ben di peggio (il già citato trio berlinese ad esempio), però se si escludono pochi episodi (“In the cold I’m sleeping” e “When we are gone”, il brano che si stacca maggiormente dagli altri, anche in virtu’ del cantato femminile), dove Wynardtage fa affiorare maggiormente tratti epico-apocalittici, il resto del disco si snoda lungo le coordinate dell’ harsch-elettro piu’ scontato e prevedibile ed anche chi scrive non sa piu’ ormai come differenziare una recensione dall’altra, visto che questi gruppi (questo mese avrei potuto deliziarvi anche con altre “chicche”, tipo il nuovo cd dei Dawn of Ashes, ma mi sono “auto-censurato”) sono (quasi) tutti uguali, con canzoni fatte in serie seguendo i soliti inflazionatissimi clichè, a base di ritmi incalzanti e vocioni distorte (evito anche di citare le influenze piu’ palesi, perchè ormai le conoscono anche i muri). Come ho già scritto in altre occasioni, un singolo pezzo nel contesto di una serata in discoteca ci può stare benissimo (si vedano ad esempio i primi due brani del disco, la title-track e “Embraced by darkness”), ma sono solo briciole che si disperdono nella massa di un lavoro ridondante, con un secondo cd a base di inutili remix (che vede coinvolti anche nomi di una certa notorietà come X-Fusion, DavaNtage, L’Ame Immortelle, Yendri, Amduscia, ecc…) ad appesantire ulteriormente il tutto. Da consigliare solo agli stakanovisti del genere.

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.