Anima Virus: Adam

0
Condividi:

Ver Sacrum Il progetto Anima Virus muove i suoi primi passi nel 1996, quando Aurelio Gioia decide di proseguire nell’esperienza artistica già principiata col suo precedente gruppo The Vacuum, ove vestiva i panni di chitarrista/cantante. Da allora hanno visto la luce due mini, sommanti in totale sei pezzi, uno dei quali venne pubblicato sulla compilazione “Circolo della Vela vol. 2”, ed un altro vede qui presente una sua versione (“Amphetamine II”). Residuano evidentemente scorie derivanti dai citati The Vacuum, considerate le sonorità richiamanti i migliori Christian Death del pezzo “Metaphora” (e della ottima “An old wisdom”), come pure riferimenti ai Bauhaus (“Siren”), in questo disco votato a sonorità obscure di matrice death-rock (anche se “Blood from heaven” è vagamente early Sisters of Mercy, “Days of ice” indugia maggiormente sulla melodia wave e “Zdzislaw Beksinski” vanta un approccio quasi-industrial); tanto che possiamo accostare queste dieci tracce originali a quanto prodotto da Human Disease e Chants of Maldoror, entrambi comunque spogliati della loro dirompente vena glamour. Anima Virus, o meglio il bravo Aurelio, vero e proprio mainman della band (dal vivo lo coadiuvano Luca Ciriolo al basso e Pino Viola ai synths, alle chitarre ed ai samples, oltre ad altri ospiti, il resto ricade intieramente sulle capacità espressive/esecutive del leader), predilige un suono essenziale, decadente, spettrale a tratti. Riuscita la personale rivisitazione della classicissima “The killing moon” dei rinati Echo and the Bunnymen, la quale arricchisce una track-list già di per sé valida. Assai spartana la grafica, la quale contribuisce a donare al lavoro un aspetto davvero inquietante, il suono risulta a tratti appiattito, ma del parco uso di strumentazione in sede di registrazione viene fatto opportunamente cenno nel booklet. Liriche ispirate al solido back-ground letterario dell’autore, il quale detiene il titolo di Dottore in Lettere Moderne; nel libretto allegato al disco egli evidenzia inoltre la buona esposizione live del suo ensemble.

Per informazioni: www.myspace.com/animavirus
Web: http://www.animavirus.com
Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.