Narsilion: Namarie

0
Condividi:

Ver Sacrum La sub-label della Black Rain Records, Ars Musica Diffundère, patrocina il terzo lavoro di Sathorys Elenorth e dei suoi Narsilion (in elfico “il suono della luna e del sole”), che nel frattempo debbono registrare l’abbandono di Dark Wind. L’origine del gruppo va ricercata nel progetto solista che Sathorys intraprese nel 1999, e che nel ’03 assunse la attuale denominazione. Fecero indi seguito il demo “Return of the Silver forest” ed i cd “Nerbeleth” (2004, sotto la label Caustic Records) ed “Arcadia” (pubblicato nel 2006 ma già effettivamente ultimato l’anno precedente). Al leader, che si occupa di voci, percussioni, tastiere e chitarra classica, s’affianca la brava vocalist Lady Nott, pure violinista, dal tono evocativo che ben s’adatta al tema proposto dall’insieme. Il suono del carillon opportunamente introduce la prima song, “Retorn a la infancia” (per la quale è stata approntata pure una clip); la calda accoglienza riservataci ben dispone i nostri animi all’ascolto del valido repertorio sottopostoci, facendoci calare in una dimensione che ci appare, via via che le note si susseguono, assai distante da quella contemporanea. Forse questa è l’epoca pre-umana, allorquando altre misteriose creature popolavano la terra, forse stiamo percorrendo i freschi sentieri ombrosi di Lothlorien? Chissà, certo che “Desperta ferro”, “Enmig del silencio”, “Las puertas del mare” ed “Agmar” possiedono una vivace verve descrittiva, alternando delicatezza a composta austerità, e sopra tutto il dinamismo necessario per rendere questa opera varia al punto giusto, evitando così d’apparir, come molte analoghe, troppo omogenea e quindi alla fine spossante. La title-track, col romore sordo dei marosi montanti, ci avvisa che il viaggio deve continuare, ed altre terre dovremo approntarci ad iscoprire. Lande fatate ove l’orma umana mai s’è vista, e che per questo hanno potuto mantener ancora intatta la forza della magia. Quella che serbiamo nei nostri cuori, celata in un cantuccio e che, quando stimolata dalla fantasia, ci fa sognare!

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.