Violet: The book Of Eden

0
Condividi:

Ver Sacrum Quello dei Violet è un nome per me nuovo, pur non essendo assolutamente all’esordio: si tratta di un ensemble piuttosto numeroso, costituito da sei polistrumentisti coadiuvati da altri sei collaboratori estemporanei; esiste anche un progetto parallelo più “da camera”, chiamato Violetta. Quest’opera, uscita sul finire dell’anno passato, si propone come ideale colonna sonora dell’omonimo libro di Kay Meyer, che viene descritto nelle note allegate al promo come un viaggio storico e fantastico attraverso l’Europa medievale. Naturale, quindi, immaginare quale sia l’ispirazione primaria del gruppo tedesco: la musica antica, ideale accompagnamento della lettura del libro citato; loro amano definire la loro musica come medieval crossover, definizione senz’altro azzeccata, visto che le sonorità sono spesso “infettate” da suoni sintetici o elettrici, che in numerosi casi li avvicinano al riferimento assoluto del genere, i Qntal; in alcuni brani, in effetti, i Violet assomigliano molto ai loro connazionali, anche se nella maggior parte dei casi il rimangono più vicini ai suoi tradizionali e, cosa che caratterizza molto questo CD, la forte presenza dei fiati (flauti, shawm e cornamuse sono spesso in evidenza) li pone a metà strada tra i succitati Qntal (con i quali condividono la dolcezza delle atmosfere e della voce ma anche l’eleganza delle forme) e i numerosi gruppi che si rifanno alle atmosfere più popolari e da taverna dell’età di mezzo, come i Corvus Corax. Il risultato è, a mio giudizio, estremamente gradevole e l’opera, malgrado la sua notevole durata, è nel complesso molto convincente e assolutamente non annoia; mi lascia qualche dubbio l’inserto di chitarra elettrica in alcuni brani, che non si amalgama bene con il resto dell’opera, che è costituita da quattro movimenti per un numero complessivo di venti brani che accompagnano l’ascoltatore per oltre un’ora di piacevole viaggio.

TagsViolet
Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.