Fixmer/McCarthy: Into the night

0
Condividi:

Ver Sacrum Quattro anni dopo il precedente Between the devil,il duo Fixmer/McCarthy realizza finalmente il nuovo Into the night, disco che si candida tra le migliori elettro-release dell’anno e che trovo superiore al pur pregevole primo capitolo. Diversi pezzi contenuti nel nuovo disco erano già noti a chi abbia avuto modo di assistere in tempi piu’ o meno recenti ad un concerto del duo (spettacolo che consiglio caldamente); personalmente ho avuto modo di presenziare ai “live” tenuti al Wave Gotik Treffen 2007 e piu’ recentemente, a Reggio Emilia (Febbraio 2008) ed in quelle occasioni ho potuto testare per la prima volta brani ottimi come “Love the night”, “And then finally”, “Like voodoo”, la depechemodiana “Banging down your door”, ecc… tra i migliori momenti di un disco che in generale è caratterizzato da un mood meno aggressivo rispetto all’album precedente. Sopratutto i titoli che ho citato sono rappresentativi di sonorità piu’ morbide, avvolgenti e notturne, per un disco di un livello decisamente superiore alla media; non mancano ovviamente anche gli episodi piu’ aggressivi e vicini allo stile del primo album, come “Look to me”, “Blood and music” e “Pistol whipper”, per un album in perfetto equilibrio tra melodia e ritmo. La simbiosi tra le musiche di Terence Fixmer e l’inconfondibile voce di Douglas McCarthy (vocalist dei Nitzer Ebb per chi non lo sapesse) ha generato pezzi veramente validi che fanno di Into the night un disco imperdibile per chi voglia avere un saggio della miglior musica elettronica attualmente in circolazione.

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.