Nachtmahr: Feuer Frei!

0
Condividi:

Ver Sacrum Dopo il mcd Kunst ist Krieg, ecco Feuer Frei, l’atteso debut-album di Nachtmahr, ovvero il progetto elettro-industrial di Thomas Rainer dei L’Ame Immortelle. Undici tracce che promettono sfraceli sui dancefloor oscuri, all’insegna della pomposa definizione “Imperial Austrian Industrial”! L’album, come già anticipato nel mcd (due i brani là contenuti che ritroviamo anche qua: “Feuer Frei!” e “Deus ex machina”), sviluppa brani elettro-industrial prettamente concepiti per il dancefloor, sulla scia di Combichrist, Xotox, Noisuf-X, ecc… Beats incalzanti, voce “harsh”, campionamenti vari, tra cui le immancabili sirene da allarme antiaereo (in apertura della title-track), sono il corollario di un disco a giudizio di chi scrive, piuttosto mediocre, prevedibile ed inevitabilmente ripetitivo sulla distanza delle undici tracce che lo compongono, ma che sicuramente raccoglierà ottimi consensi tra djs e frequentatori delle serate elettro-industrial sparse per il globo, pubblico a cui del resto Nachtmahr si rivolge in maniera piuttosto esplicita, anche se esce sconfitto (il che a mio modo di vedere non è un male) nel derby della tamarraggine elettro-industrial, dallo scempio firmato da Chris Pohl sotto il monicker Miss Construction!

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.