Gpkism: Sublimis

0
Condividi:

Ver Sacrum E venne anche per il sottoscritto il momento del confronto con una band nipponica. Sublimis è il primo album di Gpkism, progetto di tale Gpk, per l’occasione supportato dal chitarrista Kiwamu; contraddistinti da un look al cui confronto i London After Midnight sembrano sobri ed anonimi impiegati di banca, i due nipponici sviluppano un sound che (cito testuale la release-sheet) “combina elementi classici e barocchi con duri ritmi elettronici, lo stile vocale teatrale di Gpk con l’affascinante suono della chitarra di Kiwamu, per un concept che vuole esplorare il mondo dell’assoluta poesia e l’estetica della pura decadenza”. Sarà, ma a conti fatti la musica si riduce ad un pomposo e pretenzioso elettro-goth, mentre le immagini contenute nel booklet risultano involontariamente comiche, con i due imbellati tra pizzi e make up pesante, in pose gothic-kitsch con teschi in bella mostra. Grazie a Dio sono solo sette i brani inclusi nel cd, per un minutaggio ridotto a trenta minuti… per una volta si può sopportare, un secondo ascolto sarebbe già troppo.

TagsGPKISM
Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.