Cold Fusion - Rukkanor: Wunderwaffe

0
Condividi:

Ver Sacrum Siamo ormai giunti alla terza ristampa per questo classico split firmato Cold Fusion e Rukkanor, e ogni volta presenta tracce in più rispetto alla precedente edizione. Uscito in origine nel 2004 con due sole tracce, l’edizione attuale ne presenta ben otto. Non è il meglio che le sigle hanno prodotto, soprattutto Cold Fusion ha saputo fare di meglio nelle prove soliste, tuttavia anche in un’uscita minore come questa c’è del buono. Riconoscibilissimo come sempre Cold Fusion, tappeti di percussioni a ritmo sostenuto, campionamenti di voci in tedesco, strutture minimali e pianoforte, il tutto con il tocco distintivo del progetto di Marcin Bachtiak, ma senza particolari sobbalzi. Il meglio dello split arriva da Rukkanor, che rispetto al compagno d’armi predilige strutture ancora più cupe, spesso avvolte da soundscapes oppressivi e limacciosi, di quando in quando lacerati da percussioni fredde e corrosive nella migliore tradizione dell’industrial marziale. Non è un album fondamentale del genere, ma il “lato” Rukkanor si fa ascoltare volentieri.

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.