Imperative Reaction: Minus All

0
Condividi:

Ver Sacrum Cosa attendersi dagli Imperative Reaction, dopo l’ottimo Redemption ed il tutto sommato deludente As we fall (analisi ovviamente limitata agli ultimi due album)? Il nuovo Minus All si colloca in una sorta di “terra di mezzo”, alternando ottimi episodi a brani che invece non mi piacciono affatto, sopratutto per via della voce troppo strillata (si vedano ad esempio la title-track o l’irritante “Torn down”) e per un atteggiamento maggiormente “industrial-rock” rispetto al passato. La voglia di evolversi e di non produrre album in fotocopia ha evidentemente portato gli Imperative Reaction a certe scelte, che però, a mio avviso, non si sono rivelate del tutto convincenti; il che mi fa evidentemente preferire gli episodi dalla connotazione maggiormente “melodica” ed elettro-pop, ovvero quelli piu’ riconducibili allo stile che caratterizzava Redemption; in tale categoria possono rientrare “Drown”, “Functional”, “Without” e “You remain” purtroppo, una minoranza nel contesto delle dodici tracce che compongono l’album. Gli Imperative Reaction rimangono un punto di riferimento ben preciso nel panorama elettro-industrial americano, ma da Minus All mi sarei aspettato qualcosa di piu’.

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.