Adam West: ESP: Extra sexual perception

0
Condividi:

Ver Sacrum Fine della corsa. Jake Starr, Steve, Mario Trubiano e Jim Sciubba mollano tutto, e dopo aver pubblicato una diecina di ellepì, trentacinque (!) settepollici, un EP ed aver lasciato il segno su d’una trentina almeno di compilazioni, decidono che è ora di farsi da parte. ESP è un gran commiato, magari ai confini della materia solitamente trattata su codeste versacriane pagine, ma ci sentiamo in dovere d’omaggiare l’epitaffio del quartetto basato a Washington DC. E del suo rock fracassone, maleducato e sessista, hard rock/punk fuori moda perché non lo è mai stato, in-your-face, che piacerebbe a Beavis ed a Butthead. Sconsigliato alle signorine (i testi non sono proprio edificanti), è un disco fatto così, ed a loro non frega poi tanto se piacerà o meno. La title-track è immensa, eppoi ci sono almeno altri quattro/cinque episodi da Oscar del delinquenziale a tener alto il ritmo. Adam West, l’attore che interpretava il Batman dei telefilm di qualche decade or sono, andrà fiero di queste quattro sagome che hanno scelto proprio il suo nome per distinguersi? Play it loud, R.I.P.!

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.