Combichrist: Today we are all demons

0
Condividi:

Ver Sacrum Inutile girarci tanto intorno, Andy LaPlegua è uno di quei musicisti che suscitano negli ascoltatori sentimenti contrastanti: alcuni lo odiano e rimpiangono amaramente le cose che ha fatto con gli Icon Of Coil, altri invece lo apprezzano moltissimo e lo seguono con grande interesse. Grazie ai Combichrist il vocalist norvegese ha tirato fuori tutta la tamarraggine che c’era in lui, esprimendola al massimo livello, e anche la sua ultima fatica ci riconferma che è senz’altro uno dei più bravi quando c’è da andarci giù pesanti. Today we are all demons è infatti un lavoro greve e ignorante, caratterizzato da suoni a dir poco “tagliati con l’accetta”, eppure quei beats così pacchiani e ficcanti funzionano che è una meraviglia, e sono quanto di più adatto possa esserci per fare un po’ di sana hard-dancing. Insomma, l’accoppiata tra le parti vocali dal buon Andy (che in quanto a rozzezza riesce a tener testa a certi cantanti di gruppi metal!) e la mistura noise-TBM che contraddistingue quasi tutti i pezzi (per lo meno quelli del primo dischetto…) è davvero esplosiva, e lo dimostrano episodi efficaci come “All pain is gone”, “At the end of it all” o “I want your blood” (quest’ultimo è ossessivo come pochi ed è anche il classico riempipista da “seratona” electro). Nel bonus cd, invece, non ci sono brani di particolare rilievo: alcuni si avvicinano più alla techno-trance e altri al noise sperimentale, ma nel complesso si tratta di materiale ben diverso dal precedente e, tutto sommato, un po’ superfluo. Meglio quindi concentrarsi sul resto e, se siete fan della band, prepararsi a bruciare qualche caloria, perché ascoltando questa roba sarà proprio difficile rimanere fermi…

Condividi:

Lascia un commento

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.