Anima Virus: End of the Eden

0
Condividi:

Ver Sacrum Dopo alcuni cd-r, approda al primo full-lenght ufficiale Anima Virus, il progetto di Aurelio Gioia (qui affiancato da Lucy e Deneb). End of the Eden è un disco che sorprende per la maturità del songwriting e la pulizia dei suoni (registrato al Ghostrack Studio di Roma è stato poi masterizzato da Tim Schuldt in Germania); un viaggio attraverso oscure atmosfere oniriche condotto lungo 14 tracce che miscelano sapientemente gothic-rock ed elettronica. La lezione death-rock dei Christian Death in primis è palese in tutto il cd (si ascoltino tracce come “Siren”, “Black lines” e l’iniziale “Days of ice”); l’impostazione della voce ed i riff di chitarra mettono in risalto l’anima gotica ed il background “oscuro” di Anima Virus, coniugandola però con l’elettronica per un prodotto decisamente apprezzabile che pecca (forse) solo in prolissità e che non convince pienamente con la cover di “Killing Moon” di Echo & The Bunnymen.

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.