Magnitudo 8: Lucro Chimica

0
Condividi:

Ver Sacrum Disco che inaugura il roster della fresca X-Records, Lucro Chimica è semplicemente un disco di noise durissima, spaccacervelli e polverizza-ossa. Dodici tracce di martellamento continuo, alienante e crudele, senza che si possa intravedere via di scampo alcuna, nemmeno alla fine del buissimo tunnel costituito dalla sua lista dei brani (alcuni di durata davvero considerevole, determinato che è difficile resistere ad oltre sei minuti di cotale bombardamento, se non si è degli iniziati). I quali si susseguono l’uno dopo l’altro, con ben poche variazioni al tema principale, come anzi detto violento ed annichilente, per mezzo dei quali il mastermind Elfire esprime la propria visione negativa dell’umanità, descrivendo inquietanti paesaggi dominati dai profili austeri di asettiche fabbriche ove alle catene di montaggio servono automi umanoidi, scorie e relitti di una civiltà finita, dalle quali provengono i rumori assordanti che ascolterete collo scorrere del disketto. Sempre che troverete il coraggio di valicare i loro cancelli, spalancati su di un mondo forse definitivamente perduto.

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.