My Dying Bride: For lies I sire

0
Condividi:

Ver Sacrum Sono passati molti anni dall’ultima volta che mi sono avvicinato alla musica dei My Dying Bride, al di là di ogni ragionevole dubbio una delle band che hanno contribuito a definire i confini di due sottogeneri della musica metal, come il death-doom e il gothic metal e, probabilmente, uno dei miei gruppi metal preferiti di sempre. Per la precisione, si tratta di poco meno di una decina d’anni, da quel The light at the end of the world che non mi aveva colpito troppo positivamente, afflitto anche, a mio parere, dall’assenza del violino che era stato, nel suono del gruppo, elemento non indifferente anche se non onnipresente. Il caso ha voluto che mi sia trovato a riascoltare il gruppo inglese proprio nell’album in cui il violino ha fatto il suo rientro nella strumentazione, grazie a una tale Katie Stone; della formazione originale, invece, sono ormai rimasti solo il cantante Aaron Stainthorpe e il biondissimo chitarrista Andrew Craighan. Devo dire che, in fondo, li ho trovati abbastanza in forma, anche se il loro suono risulta oggi molto più accessibile di quello di una volta: se The angel and the dark river (universalmente considerato il loro capolavoro, anche se, secondo me, il brano in assoluto più impressionante era la prima versione di “Sear me”, cantata in un latino stranamente anglofono sul loro disco d’esordio) era già molto alleggerito rispetto alle loro produzioni precedenti, qui ci muoviamo su terreni abbastanza simili ma ancora alleggeriti e decisamente meno angoscianti; i nostri si possono, comunque, permettere di inserire un brano violento ed inquietante come “A charter in loathing”, con a tratti un’inedito screaming che si alterna ad un growling meno profondo di quello degli esordi. Mi ha comunque stupito notare come, a tanti anni di distanza e dopo diversi cambi di formazione, il marchio di fabbrica del gruppo britannico sia ancora ben evidente e, in fondo, malgrado una discreta fama, il duo Stainthorpe/Craighan abbia deciso di non svendere il nome dei My Dying Bride.

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.