Brighter Death Now: Where Dreams Come True

0
Condividi:

Ver Sacrum Che senso ha ascoltare un live di Brighter Death Now? Quando la musica è un muro di suono brutale e massimalista, la distinzione tra live e studio è talmente esile che è quasi possibile scambiare l’uno per l’altra e non accorgersene. Non si può neanche parlare di registrazione sporca o resa dei suoni, dato che la materia trattata non prevede di certo lavoro di fino. Piuttosto, si può pensare a questo album anche come una sorta di strano best off, visto che le tracce includono chicche come “Sperm On Your Jacket” (da Obsessis), “Adipocere” (da Great Death II), “American Tale” (da Innerwar) e altre ancora, tutte risalenti a qualche anno fa, dato che questo concerto è stato registrato in quel di Chicago nell’ormai lontano 2003, con Karmanik coadiuvato sul palco per l’occasione da Project Hat. È anche un modo per fare un po’ il punto della situazione, dato che ultimamente Roger Karmanik ha sfornato solo ristampe di vecchi classici, e l’ultimo album contenente materiale inedito è Kamikaze Kabaret, del 2005. Se vi siete persi l’altro live uscito qualche anno fa, Disobey, che però includeva anche un DVD, allora potreste anche accaparrarvi una delle mille copie stampate di questo album, altrimenti, a meno che non siate dei puristi di Cold Meat e del death industrial più violento, potete tranquillamente lasciarlo sugli scaffali.

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.