Bad Lieutenant: Never cry another tear

0
Condividi:

Ver Sacrum La storia dei New Order sembra giunta ormai al capolinea, ma non cessa la vena creativa e la voglia di fare musica di Bernard Sumner. Bad Lieutenant è il nuovo progetto del nostro, accompagnato in questa avventura da Phil Cunningham (da tempo presente come secondo chitarrista nei concerti dei New Order) e da Jake Evans, talentuoso musicista/vocalist del gruppo inglese Rambo And Leroy proveniente (guarda caso) da Macclesfield, cittadina natale di Ian Curtis. Never cry another tear è un gradevole disco “pop”, in puro “british-style”; idealmente si prosegue sulla linea già tracciata nei piu’ recenti album dei New Order, con un sound affidato quasi esclusivamente alle chitarre, con la componente elettronica pressochè assente; non si può negare che anche l’assenza del basso di Peter Hook si faccia sentire (presenzia invece, ma solo in alcuni brani, Stephen Morris alla batteria), ma in fondo Bad Lieutenant è un nuovo progetto e quindi, evitiamo i raffronti e giudichiamo Never cry another tear per quello che è, ovvero un onesto e piacevole album, che offre diversi buoni pezzi, da “Sink or swim” (brano che ha anticipato l’album), a “Twist of fate”, “Summer days on holiday”, ecc.. Sumner si alterna con Evans come vocalist in alcuni brani dell’album e quando è quest’ultimo a cantare, la vena “brit-pop” si fa ancora piu’ marcata (in alcuni passaggi mi è sembrato di ascoltare gli Oasis). Tra alti e bassi, un disco apprezzabile sopratutto se si evitano imbarazzanti confronti col passato.

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.