Liquid Graveyard: On Evil days

0
Condividi:

Ver Sacrum Nei Liquid Graveyard milita John Walker, già chitarrista nei cult-heroes britannici Cancer, icona del death metal dei tempi che furono, il quale nel 2006 finalizzò il proprio desiderio di espandere le proprie esperienze musicali, fondando il combo ora autore del debut On Evil days. Grazie alla bella voce di Raquel (sua signora?), ed al variegato pulsare della sezione ritmica (Adrian de Buitléar al basso ed Acaymo D alla batteria), LG riescono ad amalgamare con successo l’irruenza belluina del genere di provenienza del main-man e tentazioni avanguardistiche/progressive, coniando un sound non rivoluzionario, ma per lo meno personale ed innovativo. I vocalizzi di Raquel donano un tocco a volte operistico, altre decisamente darkeggiante, e brani come la title-track, “Criministers” e “1760” non possono lasciare indifferenti, se non altro perché vanno premiati i loro sforzi; l’obiettivo di imporre il proprio gusto lo hanno ottenuto, non è facile d’altronde in simili contesti (rimaniamo pur sempre in territori estremi) suonare naturali, senza evidenti forzature. Segno di esperienza e di maturità. Ottima la produzione, accattivante l’artwork, disco senza timore consigliato agli amanti della sperimentazione.

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.