Asylum: Mare tranquillitatis

0
Condividi:

Ver Sacrum Nato dalla mente di Cryos nel 1999, il progetto musicale denominato Asylum ha finora realizzato diversi demo e l’album Rattus in sanguine, pubblicato nel 2005 dalla Dead Love Records. L’uscita più recente è però rappresentata da Mare tranquillitatis, una produzione che colpisce immediatamente per la varietà e per il sound – a tratti davvero inusuale – che la caratterizzano. Al suo interno troviamo brani di grande impatto, vedi ad esempio l’iniziale (e assai strano!) “New technological order” o il successivo “Faster harder industrial!” (come già preannunciato dal titolo qua abbiamo a che fare con un industrial-noise martellante e d’effetto, che potrebbe tornare utile ai tanti dj desiderosi di passare la roba più estrema…), ma anche altre cose particolari come “Eratosthenes” o “Technological humanity”, due pezzi nei quali convivono beats incalzanti e atmosfere che sono tipiche di certo dark-experimental-ambient oscuro e inquietante. C’è da augurarsi che gli Asylum riescano ad attirare l’interesse di qualche label specializzata in sonorità “oltre ogni limite”, perché potremmo davvero vederne delle belle.

TagsAsylum
Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.