Eurocide: Regen aus Asche

0
Condividi:

Ver Sacrum Avevo “scoperto” gli Eurocide ben cinque anni fa, con l’album Europe in dust, che certo non mi aveva entusismato e li ritrovo ora con il nuovo Regen aus Asche, disco che non segnala alcun progresso da parte del progetto teutonico, anzi… Gli Eurocide ci propongono una formula piuttosto convenzionale ed assai poco entusiasmante; dodici tracce, con brani che alternano l’inglese al tedesco, contraddistinte da un’imbarazzante mediocrità (specialmente quando si cerca di scimmiottare gente come Nachtmahr e similari in brani come “Vergeltung” o la pessima “Im lager des feindes”). Dallo scempio e dalla noia si sottraggono ben pochi episodi (“Fallen nations”, “Inside our fate” ed “Eurocide”), pezzi in cui gli svizzeri propongono il sound a loro piu’ consono, ovvero un “elettro-dark” forse un pò di maniera, ma meno peggio del resto del disco. Nel complesso siamo comunque di fronte ad un disco piu’ che trascurabile.

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.