:Golgatha:: The Waste Land

0
Condividi:

Ver Sacrum Ristampa dovuta del secondo album dei :Golgatha:, originariamente autoprodotto e uscito in un numero di copie altamente limitato. Il suono è quello degli inizi, con le variazioni neofolk che qui sono appena appena accennate e senza la voce femminile che ha caratterizzato le ultime produzioni del gruppo. Ambient rituale, quindi, di buona fattura e piuttosto convincente. “Eternal Kali Yuga” è uno dei brani meglio riusciti, nel quale si sintetizza appieno quello che è il prototipo del suono del gruppo: una base ambient non troppo pesante su cui si innestano voci registrate e suoni sparsi, con percussioni in lontananza a suggerire quel sapore vagamente etnico-rituale. Alcuni brani vanno più verso un versante dronato e nebuloso (“Transmutation”), altri iniziano a flirtare con strumenti acustici (“Agonia/Invasion (V2)”, “March And Elegy (V2)”), che poi porteranno all’evoluzione che sappiamo. Completano la ristampa due tracce pescate rispettivamente dalla colonna sonora di Saw II e dalla raccolta … In The Crystal Cage.

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.