Cyber Cross: Mega trip

0
Condividi:

Ver Sacrum Con una line-up stellare che coinvolge quattro dei migliori musicisti italiani nel loro genere, Cyber Cross rilascia il suo secondo albo. Una discesa negli Inferi a velocità pazzesca, ma controllata da una mente fredda, glaciale, intenta a perpetrare i suoi innominabili crimini nel nome di una crudele ratio che sfugge alla comprensione della massa, inebetita da cotanta, belluina violenza. Nick Savio (leader del combo e produttore di fama) affastella i suoi ferali riff l’uno sull’altro, innalzando pire votive di corpi mutilati, Camillo Colleluori è drummer di non comune potenza, che comunque sa dosare con intelligenza, contribuendo alla edificazione di un wall-of-sound impressionante nella sua in scalfibile compattezza, il basso di Simon Dredo frusta il pentagramma, mordendo la carne putrefatta di queste canzoni brutali, schegge impazzite scaraventate nel vuoto dall’interpretazione bruta di Alex Bevivino, furia incontrollata che nel bel mezzo massacro sonoro perpetrato dai suoi compari urla al mondo intiero la sua determinata ferocia. Tutte le declinazioni del lato più obscuro e malato del metal trovano la loro ragione d’essere in Mega trip, manifesto di come il dark/death metal deve suonare oggidì.

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.