The Goner: Behold A New Traveler

0
Condividi:

Ver Sacrum The Goner è la creatura musicale dello svedese Daniel Westerlund, con all’attivo una serie di CD-R. Pensate a un incrocio tra Six Organs Of Admittance e Stone Breath e potete farvene un’idea generale: psych-folk con l’acceleratore premuto sulla psichedelia. Ma non solo, perché “Within The Hour” sembra uscita dritta da uno dei primi album degli Sparklehorse, e l’influenza dei gruppi folk tipicamente nordici è molto forte in tutto l’album. “Strong Interaction”, con la sua struttura dilatata e il gioco di echi e riverberi, farà felici i fan di Ben Chasny. Ma personalmente ritengo l’apice del disco “I Traveled Far Away From You”, ballata folk dal timbro più triste, che conta su una bella melodia di banjo. Non è male neanche “En Route”, completamente strumentale, che chiude il disco sterzando verso il rock psichedelico più distorto. Quello che non convince del tutto è la voce, che curiosamente alle volte ricorda nel timbro Michael Stipe (REM), in una versione giusto un po’ più acidula. The Goner è un artista da tenere d’occhio. Peccato che il disco duri solo 35 minuti, una volta tanto un po’ più di sostanza non avrebbe guastato.

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.