Chrom: Electroscope

0
Condividi:

E’ un esordio coi fiocchi quello dei Chrom, trio teutonico che licenzia Electroscope per Fear Section, sublabel dell’Out of Line. Le dieci tracce dell’album (a cui vanno aggiunti due remix a cura di People Theatre e Blutengel) colpiscono per la loro freschezza ed immediatezza; particolarmente brillanti i primi quattro pezzi del disco (“The worst day”, “New impression”, “Salvation” e “Blame you”), tutti potenziali hits cesellati secondo i crismi del miglior future-pop: una bella voce pulita, linee melodiche ariose e beats pulsanti. Una ricetta semplice e non certo originale, ma che viene qui eseguita al meglio, in un disco che perde qualche colpo nella sua parte centrale (se tutti i brani fossero stati al livello delle prime quattro, Electroscope si sarebbe candidato per le playlist di fine anno), ma che si mantiene mediamente su un livello piu’ che buono, offrendoci elettro-pop melodico ed assolutamente piacevole. Il tempo ci dirà se i Chrom potranno essere una delle nuove realtà di questa scena o se Electroscope resterà un episodio isolato.

TagsChrom
Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.