Argine: Umori d'autunno (il filo spinato e le bolle di sapone)

0
Condividi:

Bizzarro, ascolto per la prima volta questa manciata di belle canzoni (e la copertina? Meravigliosa), ispirate all’Autunno, in questi giorni di fine giugno, proprio quando l’arsura della stagione calda mostra i primi segni del suo inesorabile avanzare. Costretto da una indisposizione al chiuso della mia stanza, nella penombra lascio che le sensazioni stimolate da “Novecento” e dalle sue consorelle mi scivolino addosso come fresca acqua purificatrice sulla pelle provata dai morsi della caldana. Umori d’Autunno mi fa riandare indietro, riavvolgere il nastro consunto della memoria ai mesi trascorsi, a quelli della stagione evocata dal titolo di questa bella prova dell’ensemble italico; al vagare senza apparente meta tra i sentieri tracciati tra i rovi e le pietraie del Carso, tra i resti delle trincee (il filo spinato), scendendo nel fondo delle doline, colla temperatura che digrada rapidamente e le frasche che si fanno sempre più fitte, per affrontare indi le difficoltà della risalita, tra spine e ragnatele, collo spirito di chi affronta una piccola sfida con se stesso. Umori d’Autunno è l’essenza stessa della Musica suonata coll’anima, sobrio esercizio di stile che rifugge l’orpello, qualsisia inutile abbellimento per andar dritta al nocciuolo dell’esposizione sonora. La nebbia che festona l’orizzonte, i rami spogliati dalle foglie che rendono un soffice tappeto il prato ingiallito, la pioggerella che cade fitta rifrangendo in pulviscolo le sue fredde gocciole, e lo starsene alla finestra, nel meriggio di Novembre, a godere del domestico tepore, mentre le prime ombre della sera s’appressano pigre, accompagnando i primi brividi di freddo. Umori d’Autunno che meglio non potrebbero esser rappresentati. Prime cinquecento copie in splendida confezione in digipack, quanto basta per non attendere la fine dell’Estate…

TagsArgine
Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.