Pompei Nights: Midnight mistress

0
Condividi:

La stupefacente competenza con la quale trattano la materia glam questi giuovini e bellocci svedesi conferma vieppiù il valore di una scena che travalica i semplici limiti di genere, e che non per nulla si è imposta in questi ultimi due decenni (e più) come una delle più attive, in grado di competere alla pari coi giganti anglosassoni. Questo minciddì anticipa un disco lungo ancora privo di titolo e che, ascoltate le due tracce ivi presenti, e sempre ammesso che l’elevato livello qualitativo venga mantenuto (la prova della distanza si rivela a volte penalizzante…), si può tranquillamente affermare di trovarsi al cospetto dell’ennesima ottima band proveniente da Stoccolma e dintorni. Non solo di beffardo sleazy si nutrono Joey Eden e compagni, come nella veloce “I want it”, in quanto la title-track evoca i fantasmi di combos più inclini al class-metal anthemico (Firehouse ed affini). La produzione del marpione Martin Sweet (Crashdiet) dona corpo ad un sound già maturo, eppoi con questo look faranno strage di fanciulle (ehi, mia figlia mi ha chiesto quando suoneranno da queste parti…)!

Per informazioni: www.myspace.com/pompeinights
Web: http://www.streetsymphonies.com
Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.