The Ghost Effect: The Ghost Effect

1
Condividi:

The Ghost Effect è un progetto nato a Torino, nell’autunno 2005, dalle menti di Laura (voce e chitarra), Davide (basso e voce) e Claudio (chitarre, tastiere e voci) a cui successivamente si unisce Enrico (batteria). Il lavoro svolto in studio e sul palco nel corso di questi anni, approda ora all’omonimo album d’esordio della formazione torinese, un disco di eccellente fattura, che ci propone un gothic-sound di qualità, come da tempo non avevo occasione d’ascoltare. Le dieci tracce di The Ghost Effect sono caratterizzate dal cantato di Laura, in cui è impossibile non ravvisare reminescenze “siouxsiane” e da sonorità che attingono a piene mani dalla migliore tradizione “gothic” e dark-wave, creando atmosfere oscure da cui traspare un opprimente senso di alienazione, ben evidenziato anche dalle liriche. In una tracklist sapientemente bilanciata tra pezzi più tirati e momenti maggiormente introspettivi, citazione per “Korsakoff Syndrome” (di cui è stato realizzato anche un bel videoclip), “My Black regrets”, “The Fall of the man of the moment”, “Submission” e la conclusiva “Goodbye tomorrow”. The Ghost Effect è un ottimo album d’esordio, per una band che merita l’attenzione di tutti i “gotici” (ma non solo) troppo spesso fermi all’ ascolto di dischi di venti-trenta anni fa.

Condividi:

1 comment

  1. Whipping Boy 15 Marzo, 2011 at 15:23

    Concordo con la recensione, veramente un bel disco di dark wave, come non si sentiva da tempo in Italia…

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.