Einstuerzende Neubauten

3
Condividi:

A pochi mesi di distanza dalla loro doppia esibizione bolognese (Novembre 2010), gli Einstuerzende Neubauten sono nuovamente in Italia per due date, in programma a Roma e Torino, nell’ambito del prolungamento del tour che intende celebrare i trent’anni di attività della formazione tedesca. Il concerto torinese si tiene al Teatro Colosseo, capiente struttura che sfiora comunque il sold-out, come del resto avviene praticamente sempre quando la band di Blixa Bargeld si esibisce nel nostro Paese (e non solo, ovviamente) e del resto anche questo concerto ha dimostrato per l’ennesima volta come gli spettacoli della leggendaria band “industrial” siano sempre eventi da non perdere assolutamente. L’ultimo disco degli EN risale ormai al 2007 (Alles Wieder Offen)  e quindi la scaletta di questa sera non si discosta molto da quelle degli ultimi due concerti della band tedesca a cui ho avuto modo di assistere (nel 2005 a Venaria Reale e nel 2008 a Milano, proprio per il tour di Alles Wieder Offen); si attinge soprattutto da questo disco e dai precedenti Silence is sexy e Perpetuum Mobile, ma non mancheranno episodi più datati come l’iniziale “The Garden”, “Haus der luege”, “Die interimsliebenden” ed una devastante “Headcleaner”. La formazione è quella “solita” da alcuni anni a questa parte, con Blixa accompagnato da Alexander Hacke (basso), Andrei Chundy (percussioni), Rudolph Moser (percussioni), Jochen Arbeit (chitarra) e Ash Wednesday (tastiere); è innegabile che Blixa sia parecchio appesantito (per usare un eufemismo), ma la sua presenza scenica ed il suo carisma sono immutati (non posso inoltre esimermi dal ricordare con piacere il fatto che si sia complimentato con gli italiani per l’esito delle elezioni a Milano e Napoli). Gli altri si confermano un’affiatatissima macchina da guerra che dal vivo sa produrre un’alchimia che li rende tutt’ora una delle migliori live-band in circolazione. Il palco è arredato con il consueto assortimento di percussioni particolari (bidoni, tubi, molle, ecc….) e nonostante lo spettacolo non riservi sorprese particolari a chi abbia già avuto modo di assistere almeno una volta ad un loro show, l’appagamento è totale e per quanto mi riguarda, rimango ancora una volta affascinato dalla creatività di questa band. Due ore di ottimo show, accompagnato da ovazioni ed applausi a scena aperta, a sancire l’ennesimo trionfo di Blixa & co. Da tempo si mormora che questo potrebbe essere l’ultimo tour per gli EN, ovviamente la speranza è che invece la saga del gruppo berlinese preveda ancora altri capitoli.

Setlist (tratta da setlist.fm):

  1. The Garden
  2. Die Befindlichkeit des Landes
  3. Von wegen
  4. Die Interimsliebenden
  5. Nagorny Karabach
  6. Dead Friends (Around the Corner)
  7. Unvollständigkeit
  8. Installation No.1
  9. Youme & Meyou
  10. Let’s Do It a Dada
  11. Haus der Lüge
  12. Sabrina
  13. Susej

Primo bis

  1. Headcleaner I
  2. Headcleaner II
  3. Silence is Sexy

Secondo bis

  1. Sonnenbarke
  2. Helium
  3. Total Eclipse of the Sun
Condividi:

3 comments

  1. Gana 9 Giugno, 2011 at 08:56

    Prosa impeccabile. Sempre apprezzabile la perizia della scaletta nero su bianco bis compresi …

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.