Spiritual Front

2
Condividi:

Tempo di celebrazioni anche per La RoseNoire, associazione culturale capitanata da Elisabeth Mantovani, che da dieci anni ha il merito di proporre concerti ed eventi culturali nell’area di Modena e dintorni. Attività meritoria ed instancabile che questa sera trova degna celebrazione nel suggestivo scenario dei Giardini Ducali di Modena, per una giornata che ha nel concerto di Spiritual Front il suo culmine. L’evento è gratuito (il Comune di Modena ha patrocinato l’evento, cosa meritoria ed assai rara in Italia, dove le istituzioni sono più solite ostacolare l’arte e tutto ciò che è “alternativo”) e questo fa sì che i giardini siano decisamente affollati ed oltre ai fans del gruppo di Simone Salvatori si debba registrare la presenza di semplici cittadini modenesi curiosi; alcuni di essi fuggiranno dopo pochi brani, ma molti altri resteranno sino alla fine e posso testimoniare del progressivo entusiasmo di un anziano seduto nella fila davanti a noi! La mia ennesima presenza ad un concerto di Spiritual Front non fa altro che confermare cose già note: Simone & co. sono una grande live-band che si muove da tempo con consumata maestria sul palco ed il nostro è un frontman eccezionale, per simpatia e talento. L’innegabile bravura del gruppo romano mi fa apprezzare anche i pezzi tratti da Rotten Roma Casinò, disco che, nonostante la mia passione per Spiritual Front, non mi ha mai convinto appieno, ma dal vivo anche queste canzoni (“Darkroom friendship”, “German boys”, “Kiss the girls and make them die”)  guadagnano decisamente punti. E’ poi sempre un piacere poter riassaporare pezzi che sono ormai veri e propri classici, da “Soulgambler” a “Jesus died in Las Vegas”, da “Song for the old man” a “Slave”, per arrivare all’infuocato finale di “Bastard angel”. Applausi a scena aperta, tanto dai nero-vestiti quanto dai cittadini modenesi che hanno voluto godere sino in fondo questo spettacolo; un ottimo concerto che ha ribadito ancora una volta come la dimensione-live sia quella più consona alla band romana. Grazie a loro ed alla RoseNoire per averci regalato questa bellissima serata.

Condividi:

2 comments

  1. Riccardo 28 giugno, 2011 at 19:44

    Gradevolissima serata con un live eccellente in un contesto insolito ma alquanto suggestivo, per una band che sa esprimersi sul palco in modo esemplare tanto per la bravura dei componenti quanto per la simpatia di Simone.
    Grazie RoseNoire, ti auguriamo lunga vita e la possibilità di organizzare tanti altri grandi eventi così.

  2. Marco Torresini 29 giugno, 2011 at 14:00

    A nome de LaRoseNoire esprimo un sincero ringraziamento a Candyman per aver saputo ottimamente sintetizzare in poche righe sia lo spirito in cui si è svolta la manifestazione di sabato scorso che la bravura degli Spiritual Boys (Simone al momento si conferma come uno dei più estrosi “animali da palco” italiani). Un grazie di cuore anche per aver rimarcato gli sforzi della nostra associazione (Elisabeth Mantovani su tutti) per essere riuscita ad offrire a tutti voi questo memorabile spettacolo. E un ultimo ringraziamento anche a Riccardo per il suo apprezzatissimo intervento. ^__^

Lascia un commento

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.