Aa. Vv.: Per Aspera Ad Astra 2001-2011 – A Ten Years Retrospective

0
Condividi:

La HR! SPQR, per festeggiare i 10 anni di attività, pubblica una compilation dal suggestivo titolo Per Aspera Ad Astra 2001-2011 – A Ten Years Retrospective. Il cd viene viene dato in omaggio a chi faccia un ordine sul sito della label ed è inoltre disponibile ai concerti. La HR! SPQR, nata dalle ceneri della Runes And Men, è stata fino a poco tempo fa, prima di rendersi indipendente, un’etichetta sussidiaria della Hauruck! di Vienna. Ha al suo attivo, nel proprio catalogo, ottime produzioni come il monumentale tributo agli Ain Soph e un ep degli Spiritual Front, e ha sempre dimostrato una grande attenzione, in tutti questi anni, alle formazioni italiane più oscure e talentuose in ambito neo-folk e industrial. Il cd in questione rappresenta, quindi, una summa dell’attività della carriera della HR! SPQR: si possono così ascoltare dei pezzi di band ormai leggendarie come Calle Della Morte (il loro “Gli Uomini e le rovine” qui selezionato è un piccolo classico) e Recondita Stirpe.  Non mancano poi i grandissimi Ain Soph, una band culto che ha fatto la storia della musica magico-rituale (di cui è presentato un pezzo dell’ottimo Kshatryia) prima di approdare a una sorta di cantautorato decadente. Interessanti anche i brani dei progetti solisti degli Ain Soph, Claudedi e Nemici e Spectre, ricchi di significati simbolici. Fra gli altri gruppi presenti, fra cui ricordo gli storici Mushroom’s Patience, gli Egida Aurea e i The Green Man, non poteva assolutamente mancare Il Ballo delle Castagne, con un estratto dal loro ottimo e convincente Kalachakra, disco dalle  influenze prog e krautrock. Ottimo poi il packaging del cd, un elegante box nero che contiene anche due adesivi della HR! SPQR.

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.