Nachtmahr: Can you feel the beat?

0
Condividi:

Proprio mentre ci giunge notizia della prossima pubblicazione del nuovo album di L’Ame Immortelle, Thomas Rainer licenzia Can You Feel The Beat? Ennesima release (tra album ed ep ho ormai perso il conto) firmata Nachtmahr. Come spesso accade con questi Ep, siamo al cospetto di un lavoro che punta più sulla quantità che sulla qualità; ben tredici tracce così suddivise: tre inediti e dieci remix, con la title-track a far la parte del leone (cinque versioni, tra cui quella inclusa sull’album Semper Fidelis), quattro versioni di “Verraeter an Gott” ed un remix di “Rise and Fall” (anch’essi brani già presenti sul precedente full-lenght nelle loro versioni originali). Nachtmahr ha sempre ribadito orgogliosamente (??) il fatto di essere un progetto concepito espressamente per il dancefloor ed anche questo disco non si sottrae al compito, regalando beats a profusione, per un’autentica scorpacciata di harsh-elettro dalle cadenze prettamente danzerecce. Discreti (per chi ama il genere, ovvio) i tre inediti e ad esclusivo appannaggio di djs e fans super-incalliti i vari remix, tra cui spicca esclusivamente quello di Patrick Damiani (collaboratore di Rome e recentemente all’ opera anche con Sopor Aeternus, autore di un remix magari non particolarmente brillante ma certamente il più originale nel contesto dell’opera). A dispetto del fatto che si vendano sempre meno dischi, molti artisti puntano ancora molto su questi mcd infarciti di remix; in generale e nello spedifico, si tratta di opere a mio avviso spesso trascurabili, ma evidentemente c’è chi apprezza.

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.