Kirlian Camera: Nightglory

0
Condividi:

Non è mai semplice recensire il disco di un gruppo che si ama; si rischia di essere sin troppo morbidi, facendo prevalere l’indulgenza del fans accanito o, all’opposto, essere iper-critici proprio per un eccesso di aspettative riposte su una band che si adora. Fatta questa doverosa premessa, eccoci a parlare di Nightglory, ultima fatica firmata Kirlian Camera; l’album arriva dopo le esaustive raccolte realizzate per Out of Line e Trisol tra il 2009 ed il 2010 e potrebbe quindi idealmente segnare l’inizio di una nuova fase per la leggendaria band italiana. Non negherò che mi sono occorsi numerosi ascolti per metabolizzare questo disco, opera certamente non disprezzabile in assoluto, ma che, per quanto mi riguarda, mi lascia un pò di amaro in bocca e colloco tra le meno convincenti della discografia della band di Angelo Bergamini. Di “Nightglory” abbiamo già parlato nei mesi scorsi, recensendo il relativo singolo: si tratta di un pezzo che nel contesto dell’album risulta la vera punta di diamante, riuscendo a coniugare melodie dance con toni epici che da sempre sono il trademark del sound dei nostri. Ritroviamo tali atmosfere, caratterizzate da toni drammatici ed enfatici in pezzi come la cover di “Hymn” degli Ultravox, da tempo presente nelle scalette dei concerti dei Kirlian Camera, piuttosto che “Winged child sitting on a bench….” e “Immortal”, ma il resto della tracklist è meno convincente e perde decisamente di intensità. Sul valore di Elena Fossi non vi sono dubbi, ma questa volta la sua voce (e la sua personalità) mi paiono aver preso il sopravvento, col risultato che a tratti pare di ascoltare più un disco di Spectra Paris (a scanso di equivoci, vorrei ricordare che si tratta di un progetto che apprezzo ed ho sempre recensito con toni lusinghieri) che non di Kirlian Camera. Nightglory è quindi un disco dall’andamento altalenante, che penso non mancherà di suscitare discussioni tra i fans della band italiana.
Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.