Diathriba: La Realtà Aumentata

0
Condividi:

I Diathriba furono una delle più belle sorprese della scena italiana della metà degli anni ’90. Il demotape Controvoglia e l’EP Scomunica ricevettero delle buonissime recensioni su Ver Sacrum (rivista) tanto che decidemmo di intervistarli per il nostro numero VIII. Mi ha fatto perciò molto piacere ricevere questo album (che per motivi vari mi trovo a recensire con parecchio ritardo). Nei Diathriba ora manca l’irruenza post-punk che ci aveva conquistato all’epoca, e quel senso di “urgenza” che si avvertiva nei loro pezzi più riusciti ha ceduto il posto (inevitabilmente… qualcuno la chiamerebbe “maturità”) ad un atteggiamento più riflessivo. Musicalmente le influenze wave sono sicuramente anche oggi evidenti nei giri di basso e negli arpeggi di chitarra (si ascolti ad esempio l’incipit di “Etere”), ma l’approccio alle composizioni è diretto più verso il genere rock-alternativo, con qualche strizzata d’occhio negli arrangiamenti al pop-elettronico. La proposta del gruppo si posiziona nei territori della migliore scena indipendente italiana, con delle melodie che sono sempre abbastanza orecchiabili e sicuramente hanno le potenzialità per essere apprezzate da un pubblico vasto. Quello che magari manca ne La Realtà Aumentata è l’hit, il pezzo che entra in testa e non va più via e che potrebbe costituire il gancio giusto per far salire di categoria il gruppo emiliano. Nei brani più convincenti de La Realtà Aumentata (“Della Gioia” o “Verità o deserti”) i Diathriba vanno davvero vicino a questo risultato e solo “Straordinariamente”, con le sue atmosfere rock un po’ a grana grossa, suona come un passo falso. A parte questa eccezione le canzoni del CD sono di media piuttosto carine, con dei refrain in alcuni casi geniali (è il caso di “Della Gioia” o “Ecolalia”), ma nel suo complesso La Realtà Aumentata non decolla mai veramente e lascia l’ascoltatore alla fine con una generica sensazione di piacevolezza, senza mai conquistarlo al cuore e/o alla pancia.

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.