The Mescaline Babies: Crush

0
Condividi:

Recensendo l’eppì “There will come soft rains” chiosai auspicando un futuro roseo (beh, trattandosi di death-rock forse non è il colore più adatto…) per il gruppo padovano, ed ecco che la pubblicazione di Crush  viene a confermare le mie aspettative. Bene ha fatto Bruno Kramm a porli sotto l’ala protettrice della sua Danse Macabre, la poltiglia marcescente di Christian Death (era-Rozz, “Skeleton kids” e “Cold earth” richiamano Agnew alla sei corde) e Madre del Vizio, con parti minori di  Sex Gang Children (e Chants Of Maldoror/Human Disease of course, anche se TMB sono decisamente più grezzi) della quale si nutrono “Distorted youth”, “Skeleton kids”, “Gehenna” e le altre otto tracce che compongono il disco produce i suoi frutti malati, confermando appieno le buone impressioni suscitate dal citato predecessore. L’esame sulla distanza lunga viene quindi brillantemente superato, ed in “Ashtray head” (sarà per l’assonanza?) individuo una colonia di spore placeboane, che su tessuti (putrescenti) tipicamente batcave fanno presagire ulteriori sviluppi; “Ultramarine blue” è uno degli episodi più interessanti del lotto, declinando il verbo dark in forme inedite ed evidenziando le buone doti di scrittura del gruppo, “Jacobin fever” e “Bitch please” sono inquadrabili come classic death-rock, “Heart full of wine” incede minacciosa, “The eternal season” fa danzare scheletri attorno ad un falò, avvolti dall’aere caliginoso della Louisiana, la disperata “Gehenna” rivela, fra accelerazioni improvvise, un’attitudine teatrale a la 45 Grave, la già nominata “Distorted youth” è un ballo di San Vito ritmato da una batteria irregolare. In un genere quanto mai chiuso e poco incline alla contaminazione (anche involontaria) anche semplici e scarni indizi possono risultare bastanti per dar corso ad una indagine più approfondita, e sezionando nel profondo il corpo di Crush emergono altri episodi interessanti, fra ritmi sostenuti e vocalizzi diabolici, adattissimi all’esecuzione live e qui mi ripeto, riprendendo la mia precedente trattazione, in quest’ambito dovrebbero risultare devastanti; non per nulla sono prossimi ad imbarcarsi per una opportuna tournee che sicuramente permetterà loro di confermare attitudini ed inclinazioni, oltre ad assicurargli ulteriori proseliti.

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.