The Cult: Choice of weapon

0
Condividi:

Su Choice of weapon si potrebbe sparare alzo zero, oppure si potrebbe magnificarlo oltre ogni lecita misura, tanto non farebbe differenza. Agli occhi dei giuovini The Cult sono dei dinosauri (lo erano già ai tempi di “Electric”, e non ditemi che “Dreamtime” o “Love” erano rivoluzionari…), per i più anziani possono ancora suscitare emozioni, o per lo meno ricordi. Ma davvero Choice of weapon è un bel disco, sancito dalla doppietta iniziale “Honey from a knife” ed “Elemental light”, sintesi di quanto composto dai nostri all’epoca dei succitati e di “Sonic temple”, e questo ritorno appare indi pienamente giustificato. Un rock grandioso ed auto-indulgente, con le chitarre di Duffy pronte a padroneggiare le arene (beh, accontentiamoci di qualche stadio di periferia, dai!), e la voce di Astbury convincente, piena e matura. Merito della coppia di producers Chris Goss (Masters of Reality) e Bob Rock, proprio quello di “Sonic temple”, “The Cult” e “Beyond good and evil”, dal pedigree che suscita invidia a tanti blasonati colleghi, e di una sezione ritmica coesa e pronta ed infondere la giusta dose di groove a pezzi dal sicuro impatto (Chris Wyse è con i nostri dai tempi di “Beyond…” e ha suonato con Ozzy, John Tempesta ha battuto le pelli per Testament, White Zombie, Exodus, Helmet, Tony Iommi, Rob Zombie, ed è indubitabilmente uno dei migliori skin-beaters in ambito alterna) quali “For the animals” e “Lucifer”, degne eredi dei fasti passati. A conti fatti i quattro sono insieme ininterrottamente dal 2006, un record per gli esigenti Duffy/Astbury, e l’anthemica ed auto-celebrativa “Amnesia”, la lenta ed avvolgente “Wilderness now” e l’ottima “A pale horse” attestano uno status che pochi altri possono permettersi. Beiamoci di Choice of weapon e dell’ennesimo ritorno del Culto, ed una buona dose di invidia riserviamola ai fortunati inglesi che se li vedranno on stage con Killing Joke e con The Mission a settembre…

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.