Unto Ashes: Burials Foretold

0
Condividi:

 Gli Unto Ashes di Michael Laird con Burials Foretold giungono al loro settimo disco e sfiorano il capolavoro. Con questo album il gruppo americano ha portato alla perfezione tutte le influenze che da sempre caratterizzano la loro musica: il neo-folk di Current93 e Death in June, la musica medievale e l’ethereal stile primi Dead Can Dance. Gruppo di punta della Projekt di Sam Rosenthal assieme ai Black Tape for a Blue Girl, gli Unto Ashes, nel corso della loro carriera, non hanno sempre convinto sfornando, in alcuni casi, lavori sempre dignitosi ma troppo di maniera a e poco originali. Burials Foretold è invece un lavoro molto ispirato dove il poeta Michael Laird compie un viaggio a ritroso nel tempo alla ricerca della purezza e del misticismo. Musicalmente si tratta dell’album più raffinato e complesso degli Unto Ashes in cui vengono utilizzati strumenti medievali e rinascimentali. La novità rispetto agli ultimi dischi è il ritorno di Natalia Lincoln e Ericah Hagle. Non c’è un attimo di noia e tutto il lavoro è permeato da un’intensità che mi ha ricordato, a livello emotivo, Of Ruine or some Blazing Starre dei Current93. Le miniature acustiche forgiate da Michale Laird risplendono di echi psichedelici come in “She Binds Away The Night”, “Night Coming Soon”, la struggente “I Remember Happiness” in cui si rievoca il fatato mondo dell’infanzia”, l’orientaleggiante “Piper’s Song” e “Too Late To Begin”e costituiscono la struttura del disco.“Pilzentanz” è una ballata medievale con cornamusa mentre “Spring Magic” ricorda i Dead Can Dance. Curiosa, come in passato – ricordiamo “Ostia” dei Coil e “Fly On A Windscreen” dei Depeche Mode! -, la scelta delle cover: “Kathy’s Song” degli Apoptygma Berzek e “Running With The Devil” dei Van Halen che vengono trasfigurate in chiave acustica. Burials Foretold è indubbiamente una delle migliori uscite di quest’anno oltre ad essere forse il miglior disco degli Unto Ashes che, con questo album, sembrano aver ritrovato la giusta ispirazione.

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.