Verdiana Raw

0
Condividi:

Foto di DJ Lovv

Appuntamento musicale diverso dal solito quello di questo inizio anno a Firenze. Nel tardo pomeriggio di venerdì 4 Gennaio, presso una libreria situata in zona centrale a Firenze, si è esibita Verdiana Raw. Già due anni fa, con un solo demo alle spalle, vi era stato un altro concerto della cantante/pianista nella stessa libreria, per un live, a detta di chi era presente, davvero bello e suggestivo; stavolta riesco ad esserci e devo dire che ne è valsa veramente la pena. Nell’ora circa di concerto sono stati presentati quasi tutti i brani dell’album di esordio Metaxý – più una nuova canzone – in un contesto davvero particolare, raccolto ed intimista, che non ha comunque mancato di mettere in risalto l’atmosfera e il pathos presente nella canzoni.

Il concerto si è svolto in un angolo della libreria ed è stato accompagnato da delle proiezioni su uno schermo posto alle spalle dei musicisti, tra cui quella del video “The Japanese Garden” – il primo tratto dal debut album – di fronte a un pubblico interessato e partecipe all’evento. Al termine, il personale della libreria non ha mancato di offrire un piccolo rinfresco/aperitivo ai presenti.

Il live si apre con “Big Eyed Dog”, uno dei brani migliori di Metaxý e Verdiana, come sempre accompagnata dai bravi Antonio Bacchi alla chitarra e Fabio Chiari alle percussioni, subito a suo agio a piano e voce, in una location che possiamo definire “inusuale” per una band.

Si prosegue con “The Japanese Garden”, canzone di cui è stato proiettato in anteprima il video e sempre con la cantante/pianista in evidenza ed in grado di calamitare le attenzioni dei presenti con la sua voce. Altre versioni veramente belle di “Corvus Psyché” e “Dining Alone” ci vengono proposte in questo pomeriggio, ma una menzione particolare la merita “From the sea”, brano che Verdiana riconosce non essere stato suonato spessissimo nelle ultime esibizioni live ma canzone che è, a mio parere, tra le loro migliori in assoluto e che quest’oggi viene riproposta in una versione davvero da brividi, con la cantante/pianista davvero superlativa. Nel corso del concerto c’è spazio anche per una canzone, “Strega (La Loreley)”, con il percussionista Fabio Chiari al piano, accompagnato da Verdiana alla voce. Su richiesta del pubblico viene eseguita “Headless Baby Bitch”, dopodiché la band ci saluta con “Intro” – il brano di apertura di Metaxý – tra i meritatissimi applausi dei presenti.

Che dire di questo pomeriggio musicale? Dal mio punto di vista non posso che confermare la bravura di Verdiana Raw non solo in studio – cosa questa già evidenziata nella mia playlist 2012 – ma anche e soprattutto nella dimensione live, per quella che ormai possiamo definire una delle più belle e nuove realtà musicali del nostro paese.

Foto di DJ Lovv

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.