Ancien Régime: The Position

0
Condividi:

Esce in questi giorni il primo, atteso full length di una band romana che, dalla pubblicazione nel 2010 di uno split insieme agli statunitensi Led Er Est, si  è conquistata un seguito compatto ed appassionato. The Position contiene tre brani già presenti nel suddetto ‘split’ ma notevolmente rimaneggiati, più altri sette: la lezione della new wave tradizionale – Joy Division e Depeche Mode in primis – è ben percepibile ma i nostri hanno personalità a sufficienza da appropriarsene sviluppando un proprio sound. The Position non farà  certo spalancare la bocca dallo stupore, ma è un buon lavoro, un ascolto piacevole e non sfigura assolutamente all’interno della scena dark nostrana. Si comincia bene con “Brief Encounter”: ottima batteria, ottime tastiere, un motivo accattivante e si comprende subito che la band sa il fatto suo. Anche il singolo ”Negative”, dal ritmo trascinante, è dominato dal lavoro grandioso del synth, il cui suono raffinato contribuisce a creare un amalgama cupo ma seducente. Segue “No Lights In The Elevator”, forse la traccia più facile, che in effetti si rivela assai vicina allo stile ‘Editors’ così di moda; “Corruption”, invece, è un gran pezzo ‘cold wave’ in cui, ancora una volta, le tastiere si lasciano davvero apprezzare. Dopo “Polidori” e Pictures” che, pur restando legate alle sonorità eighties, guardano maggiormente in direzione Depeche Mode, arriva “The Incident”, di cui molti hanno riconosciuto – spesso puntando un dito accusatore! –  il debito verso “Disorder” dei Joy Division: la somiglianza è davvero innegabile ed il pezzo è altrettanto innegabilmente bello. Subito dopo, “When They Fall” ci offre un’altra gradevole incursione nel synth-pop, mentre “Heisenger” irradia ancora inquietanti – ed eccitanti! – suoni dark. L’ultima traccia è forse anche la migliore: “Outer Space” incede infatti cupissima, tutta giocata fra tastiere e basso. Gli Ancien Régime entrano così nel novero delle band che non intendiamo perdere di vista. Rimane da ricordare che l’album è uscito in vinile per Mannequin Records ed in CD per Jestrai Records.

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.