Saison de Rouille: Caduta dei Gravi

0
Condividi:

Esce finalmente in versione CD Deluxe e grazie alla coproduzione di Le Crépuscule Du Soir e Necrocosme  Caduta dei gravi, il debutto dei francesi Saison de Rouille (progetto nato nel 2011), originariamente uscito soltanto nel formato vinile coprodotto da 6 etichette fra cui la OPN. I Saisson de Rouille propongono delle sonorita industrial oscure e pesanti: immergersi nell’ascolto di Caduta dei Gravi significa entrare in una sorta di girone infernale in cui si celebrano rituali apocalittici e dove è bandita ogni speranza: sembra la colonna sonora di un film sulla fine del mondo. L’album è composto da sette tracce granitiche e compatte dove una voce “cattivissima” e ieratica declama testi cupi sopra un magma ribollente di rumorismo disturbante da cui, ogni tanto, fuoriescono i decadenti e neoclassici  suoni di un violino. Le tracce si susseguono come una sorta di flusso sonoro initerrotto con titoli oscuri come “Sur la chaire des gueules noires”, “Lumiere Irradieuse” e “Soleil Lache”.Non si tratta di un ascolto facile e mi sento di consigliare Caduta del Gravi solo agli amanti del noise e delle sonorita industrial estreme. La musica proposta dal gruppo francese non è, e questo è un pregio, facile da etichettare: fra le influenze si riconoscono no-wave, martial-industrial e noise anche se, indubbiamente, in alcuni momenti, possono venire in mente gli Swans piu deflagranti. Questa nuova versione lussuosa contiene, rispetto al vinile, un libro/poster di 18 pagine e una traccia in più. Raffinato e artistico anche l’artwork che contribuisce a rendere questo dischetto un oggetto da collezionare.

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.