Sopor Aeternus & The Ensemble Of Shadows: Poetica - All Beauty Sleeps

0
Condividi:

I misteriosi tedeschi Sopor Aeternus, sigla dietro alla quale si nasconde l’eccentrico personaggio di Anna Varney Cantodea pubblicano Poetica – All Beauty Sleeps: si tratta indubbiamente di un album particolare in quanto è una sorta di tributo all’opera del grandissimo Edgar Allan Poe dove reinterpretano alcune delle loro canzoni del passato. Personalità tormentata,  Anna Varney ha dichiarato di aver passato metà della sua vita in preda alla depressione e alla disperazione a causa di conflitti interiori mai risolti riguardo alla sua identità sessuale. Ma Anna Varney, come tutti i grandi artisti, è riuscito a riscattare e a dare un senso alla propria esistenza attraverso l’arte. Melodie arcane e enigmatiche hanno iniziato a popolare il suo universo interiore, musica sconosciuta proveniente da una dimensione ultraterrena opera del fantomatico Ensemble Of Shadows (L’insieme delle ombre) a cui Anna Varney ha deciso di dare una forma eterna e imperitura diventando una sorta di menestrello dell’aldilà. Il progetto Sopor Aeternus è diventato così, nel corso degli anni, un culto esoterico per pochi eletti: gli album sono molto curati – la grafica è raffinata e “weird” – e le edizioni limitate contengono sempre oggetti particolari come terra di cimitero e preservativi al gusto di cioccolato.

Le liriche di Poetica – All Beauty Sleeps sono tutte tratte da alcune delle immortali poesie di Edgar Allan Poe come DreamlandThe Conqueror WormThe Haunted PalaceA Dream within a DreamAloneEldoradoThe City In The SeaThe Sleeper e dalla novella The Oblong Box. La musica è una sorta di opera sinfonica nera e barocca e vi condurrà in un universo popolato da ombre e spettri accompagnati dal fantasma di Poe (scrittore affine all’estetica di Anna Varney)  facendovi visitare case stregate e antichi manieri infestati. Come in tutti gli album dei Sopor Aeternus vengono utilizzati strumenti classici come clavicembalo, arpa, ottoni e archi alternati a synth e drum machine. Il filone musicale del gruppo tedesco è quello dark-wave anche se l’originalità e la particolarità del gruppo è indubbia. Una traccia come “Dreamland” è esemplificativa dll’estetica macabra e decadente dei Sopor Aeternus: sulla note di un tetro clavicembalo la voce sofferta di Anna Varney recita i versi della poesia di Poe accompagnata dai rumori di porte cigolanti, dal suono di campane a morto e da un synth minaccioso. “Eldorado” ha un’atmosfera meno opprimente e mette in risalto gli archi mentre “The Sleeper” è introdotta dal suono triste di una tromba e dalle note diafane di un’arpa. “The Conqueror Worm” – altra celebre poesia di Poe – è una delle tracce trascinanti dell’album grazie a un efficace uso degli archi e del synth. “The City In The Sea” si avvale del suono macabro di un carillon. “The Haunted Palace” e “A dream Within A Dream” concludono infine questo viaggio macabro nei meandri della follia. Un album imperdibile per tutti i fan dei Sopor Aeternus e molto interessante anche per gli ammiratori di Edgar Allan Poe. Poetica – A Beauty Sleeps esce in edizione limitata con un ricco libro fotografico ad accompagnare il cd ed è disponibile anche in doppio vinile.

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.