Chelsea Wolfe: Pain Is Beauty

0
Condividi:

Chelsea Wolfe, songwriter americana di cui quasi non si conoscono informazioni, ha esordito con il primo album, The Grime and The Slow, soltanto nel 2010 ma, da allora, è divenuta piuttosto nota fra gli amanti delle atmosfere dark e gotiche. Pain Is Beauty, uscito da poco, conferma la raggiunta maturità da parte dell’artista, stigmatizzando, per così dire, uno stile che si distingue per caratteristiche proprie: sound elegante e limpido, produzione molto curata, contaminazione fra wave, goth  con una ‘spruzzata’ di folk, fino a creare un amalgama accattivante che difficilmente potrà non piacere; se consideriamo poi che la Wolfe è dotata anche di una voce forse non straordinaria come quella di Zola Jesus ma capace di tonalità suggestive, arriveremo alla conclusione che forse questo è il momento, per lei, di tentare la scalata al successo. La prima traccia, la cupa “Feral Love”, a tanti ha ricordato Siouxsie: in effetti è una di quelle con il suono più ‘eighty’ ed è davvero bella e coinvolgente, con la voce appassionata e la chitarra a tratti abrasiva. Sempre molto dark anche “We Hit a Wall”, in cui il ritmo rallenta ma il basso è al suo massimo e il canto prende sfumature drammatiche, mentre “House of Metal” incanta con un profluvio di archi super-romantici che ricamano gotiche malinconie. “The Warden” – il primo singolo dell’album – sfuma l’atmosfera dolorosa in un’eterea melodia elettronica molto gradevole, ma è “Sick” che sorprende con il suo inizio talmente solenne da ricordare l’organo di una cattedrale e ancora, poco più avanti, “Reins” si dipinge di folk con malinconiche note di chitarra che fanno sognare. Per rimanere nel folk, sfiora infine il capolavoro la romantica ballata “They’ll Clap When You’re Gone”, che non si smetterebbe mai di ascoltare. In sostanza, Pain Is Beauty è un disco semplice e con pochi sperimentalismi, ma pieno di poesia, sa proporci musica vera e, nel contempo, emozionarci.

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.