Ludola: Swiat Bye Piekniejszy Tego Lata

0
Condividi:

I Ludola, gruppo polacco di neo-folk, pubblicano il loro terzo album intitolato Swiat Bye Piekniejszy Tego Lata. Si tratta di un progetto che utilizza rigorosamente la lingua madre e, per questo motivo, potrebbe risultare, a un primo approccio, piuttosto ostico. Sicuramente è molto arduo comprendere i testi e le note di copertina. In ogni caso la cover di questo cd, raffigurante alcune statue di soldati, è subito accattivante e in linea con l’estetica marziale del genere. I Ludola avevano già affrontato il tema della storia della Polonia durante il periodo cruciale e drammatico della seconda guerra mondiale. In quest’album proseguono il discorso concentrandosi sulla rivolta che ebbe luogo a Varsavia nel 1944, estremo tentativo fallito di liberarsi dall’occupazione nazista. L’album è quindi una sorta di concept, come si capisce guardando il booklet scritto, come si diceva, tutto in polacco. Musicalmente il gruppo propone un classico neo-folk che si muove nel solco di gruppi tedeschi come Forseti, Sonne Hagal e Darkwood anche se emergono riferimenti alle tradizioni popolari del proprio paese. L’album è di buon livello e riesce a conivolgere molto più di altre e ormai stanche produzioni simili. Il neo-folk vive ormai, da tempo, un periodo di stasi creativa ma Swiat Bye Piekniejszy Tego Lata riesce a portare una ventata di freschezza e risulta, in definitiva, un prodotto molto valido e piacevole. Le atmosfere e il “feeling” creato dalle due chitarre acustiche e dalla fisarmonica riescono a coinvolgere con il loro fascino retrò ricco di pathos. Mi sento di consigliare caldamente Swiat Bye Piekniejszy Tego Lata a tutti gli amanti del genere ma non solo. I Ludola sono la dimostrazione di come la buona musica non ha confini e di come sia necessario avere apertura mentale per cercare nuovi gruppi stimolanti.

TagsLudola
Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.