Stopper 72: Roibeard

0
Condividi:

Esce il secondo album degli Stopper 72, progetto del chitarrista Gabriele Colandrea, membro anche degli ottimi La Claque di Dafne di cui si è parlato più volte su Ver Sacrum. Il disco è intitolato Roibeard e si tratta di un concept dedicato alla memoria di Bobby “Roibeard”  Sands, eroe e attivista politico nordirlandese morto a causa dello sciopero della fame nel 1981 indetto per protestare contro le durissime condizioni a cui erano sottoposti i prigionieri politici repubblicani. Le giovani generazioni europee reagirono all’epoca protestando molto duramente. Ma l’eredità spirituale di Bobby Sands e i suoi ideali sono ancora vivi nella memoria di molti come dimostra questo Roibeard, ideale colonna sonora di quell’oscuro periodo. Musicalmente l’album è composto da cinque lunghe tracce strumentali – divise in sezioni – che vivono di vita propria: non si sente in effetti la mancanza della voce e, da questo punto di vista, questo lavoro si dimostra più maturo dell’esordio. Lo stile è lontano dalla new wave della Claque di Dafne ed è vicino alla psichedelia e al progressive ma in ogni caso le influenze sono numerose. La title-track inizia in modo pacato con tenui arpeggi di chitarra – si sente l’influenza dei Pink Floyd -per poi proseguire con sonorità dure . In “Falls Road” è ancora protagonista una chitarra che disegna paesaggi psichedelici mentre la musica vira verso il prog. “Ulster” è il pezzo forte dell’album, una lunga traccia di psichedelia in cui si sente ancora nettamente l’influenza dei Pink Floyd. “Long Kesh”, altra traccia dilatata, si avvale invece una bella parte centrale folk  con una chitarra acustica protagonista. Chiude l’album “The Lark Song”, il cui quieto inizio elettronico disegna cupi scenari mentali prima di lasciare spazio a una voce recitante femminile e alla chitarra che crea atmosfere malinconiche e soffuse. Bel ritorno indubbiamente di Stopper 72 . Gabriele Colandrea dimostra di essere un artista che merita di essere seguito

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.