Tying Tiffany: Drop

0
Condividi:

E’ uscito da poco Drop, il nuovo lavoro della padovana Tying Tiffany, di cui già conoscevamo, fra gli altri, il precedente Dark Days, White Nights del 2012. L’artista italiana comincia ad essere ormai conosciuta anche a livello internazionale: questo quinto album è stato anticipato lo scorso anno da un EP, One, destinato agli Stati Uniti, che conteneva quattro delle sue dieci tracce, ed è caratterizzato da un orientamento più deciso verso sonorità pop o, comunque, ‘leggerine’, con risultati non sempre soddisfacenti; in sostanza, i tempi dei ritmi energici, spesso ossessivi, cui eravamo stati abituati anche dalle esibizioni ‘live’, paiono definitivamente tramontati. In verità in questo disco sembrano essere presenti due anime, una più malinconica e dark con atmosfere introspettive e suggestive, cui contribuisce anche la voce gradevole e limpida della nostra ed una, invece, ‘disimpegnata’ e tendente a produrre principalmente musica da intrattenimento o ballabile, a volte di livello modesto. Apre “One Place” che riserva una piacevole sorpresa: si tratta infatti di un bel brano elettronico oscuro che conduce in paesaggi ipnotici e sognanti. Subito dopo, “Spin Around”,  introdotta da efficaci ‘fiotti’ di synth, mantiene il ‘mood’ malinconico benché il clima si allenti strada facendo.A Lone Boy” rinforza il ritmo e, con la melodia accattivante, propone un esempio di synth-pop di tutto rispetto e lo stesso può dirsi di  “One Second”, uscito come singolo. Ma “Neon Paradise” comincia ad avere un vago sentore di plastica che, sfortunatamente, perdura anche in seguito, tanto che la successiva “One Girl” mi ha ricordato sgradevolmente Madonna. Meno male che in “Deep Blue River” l’aria cambia e si affida a suoni più ampi ed atmosferici regalandoci un momento di ‘vagabondaggio’ trasognato. Dalla seguente “No Way Out” in verità c’è poco da segnalare che non sia abbastanza scontato. A questo punto, forse, Tying Tiffany dovrebbe chiarirsi le idee sulla direzione da prendere…

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.