Kernel Generation: Human Awakening

0
Condividi:

Progetto nuovissimo proveniente da Cuneo, i Kernel Generation sono Paolo Luciano e Mariano Sanna che, da meno di un anno, si sono messi ‘in proprio’ dopo una serie di esperienze musicali inerenti al metal e a generi affini. Data la loro formazione, la produzione attuale che, al momento, si è concretizzata nell’EP Human Awakening appena uscito, resta decisamente legata a sonorità metal cui attingono in tutte le loro sfumature: il clima è impetuoso e ricco di energia nella maggior parte dei casi, i suoni pieni anche se i passaggi aggressivi sono meno frequenti di quelli tenebrosi ed apocalittici che decisamente colpiscono. Human Awakening contiene cinque tracce di cui tre sono strumentali ed ognuna di loro sa dare belle emozioni. Apre “Cosmogenesis” con suoni freddi ed inquietanti sui quali si innestano liquide note di chitarra: l’inizio ci conduce in un paesaggio denso e corposo, sovrastato da un riff davvero epico in cui la mancanza della parte vocale non si sente davvero. “Age of Aquarius” ci regala un assaggio di prog metal e la solennità del suo esordio si stempera in un ritmo convulso e coinvolgente mentre la chitarra prende letteralmente a coltellate. Subito dopo, misteriose voci robotiche danno il via a “Welcome to Decadence” che prosegue in epicità come si era già  visto in “Cosmogenesis”. “Harbringers of Doom”, vicina all’industrial metal di gruppi come i Rammstein,  si avvale della voce di Paolo Luciano ma vi si apprezza soprattutto una pregevole chitarra, veemente e grintosa, che qua e là fa davvero rabbrividire. In chiusura, enigmatico attacco con rintocchi di campane per la title track, decisamente l’episodio migliore: è infatti perfetta per illustrare i suoni che, poco fa, abbiamo definito apocalittici. La chitarra cupissima e spesso violenta sorregge la struttura del brano, a volte in curioso contrasto con il canto non sempre altrettanto impetuoso ma efficace lì dove è impostato su una sorta di gioco di echi. Le campane tornano alla fine a suggellare un EP pieno di promesse che decisamente invoglia ad ascoltare il full-length dei Kernel Generation, atteso per aprile. Si tratterà di un concept album di tematica esoterica e cosmologica, che parlerà anche della fine del mondo. Non c’erano dubbi….

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.