Principe Valiente: Choirs Of Blessed Youth

0
Condividi:

Vengono dalla Svezia e sono proprio figli degli ’80 i tre componenti di Principe Valiente, progetto nato già da un po’ (2005) ma che l’anno scorso ha avuto l’onore di aprire il concerto di Peter Murphy a Stoccolma e di esibirsi anche al WGT Festival di Lipsia. La musica di Principe Valiente, ricca di atmosfere fosche e meditative, si avvale di elementi tratti dalla new wave tradizionale e dallo shoegaze. Del resto leggiamo nelle interviste che, fra le influenze citate dagli interessati, vi sono i nomi di Björk, The Jesus and Mary Chain, Cocteau Twins, My Bloody Valentine e David Sylvian, quindi ci possiamo decisamente stare. Choirs Of Blessed Youth è il secondo lavoro del gruppo dopo il debut album Principe Valiente del 2011 ed è un disco assolutamente da apprezzare. La prima traccia, The Son I’ll Never Be” è già un piccolo gioiello: basso e chitarra post-punk, tastiera eterea e il canto di Fernando Honorato che si lascia proprio gradire. Subito dopo, “Take Me With You”, uscito anche come singolo, ha un ritmo più frizzante e la tastiera emana note avvolgenti mentre la voce si fa più appassionata e trascinante; in “She Never Returned”  la chitarra crea divagazioni shoegaze ma anche la tastiera continua a monopolizzare l’attenzione con suoni pieni, quasi opulenti. “The Dream” è  un lungo pezzo tutta suggestione in cui la solita tastiera emerge diffondendo ipnotici ricami intorno al canto doloroso e toccante: davvero bello. In realtà nessuna delle tracce scade di livello: “Wasted Time” è ricca di pathos,The Fighting” concede al pop, ma con eleganza mentre “Choir of Blessed Youth” concede all’ambient ma con leggerezza. Non mancano incursioni nel gothic rock, come “Dying to Feel Alive” o nei paesaggi cupi e sacrali come nella conclusiva “Flower in You”. Per finire una curiosità: il monicker Principe Valiente pare non abbia nulla a che vedere con il fumetto statunitense Principe Valiant o con l’omonima serie cartoon; i nostri l’avrebbero scelto perchè in spagnolo ha un bel suono ed un richiamo romantico. Se lo dicono loro…

Condividi:

Lascia un commento

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.