Karma In Auge: Socialnoia

0
Condividi:

Nuovo eppì per i tarantini, ed ancora una volta il terzetto dimostra di possedere vigore ed idee, che certamente verranno messe a profitto nell’album che, lo auspichiamo, seguirà. Sì, è la new wave più scarnificata quella che Salvatore Piccione, Giovanni D’Elia e Mimmo Frioli interpretano con passione, ma la strumentale “Music for McLuhan” lascia abbondanti porzioni di spazio al ritmo ed all’immaginazione, percorrendo sentieri sonori fino ad ora inediti. Allora non v’è solo l’urgenza di “Socialnoia”, opener e title-track di questo disco compatto nei contenuti e nella durata, o della breve “Eroi” (veloce alla Red Lorry Yellow Lorry) ma anche la più meditata ed oscura “Giù in fondo (fantasmi)” si fa apprezzare, segnando con le altre un punto importante della carriera dei KiA, quello che certifica la conseguita, piena consapevolezza dei propri mezzi. Utilizzando con profitto la lingua madre, evitando il ricorso all’orpello, facendo, e bene, quello che sanno fare (che formula semplice!), i Karma In Auge crescono, disco dopo disco, lasciando intravedere un futuro che è ancora da ipotizzare, ma che fonda su basi solide

Per informazioni: http://www.karmainauge.it
Web: http://www.facebook.com/karmainauge
Email: [email protected]
Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.