Machinefabriek: Stilness Soundtrack

0
Condividi:

Machinefabriek è il progetto di musica sperimentale e ambientale dell’olandese Rutger Zuydervelt. Il nuovo album Stillness Soundtracks risale in realtà allo scorso anno. Infatti 5 delle 7 tracce che lo compongono (la title-track) erano state rese disponibili in un’edizione ultralimitata di 100 copie su Usb. Stilness Soundtracks è stato concepito come accompagnamento ai filmati della connazionale Esther Kokmeijer. Si tratta nello specifico di “cinematic landscape” ovvero di riprese dei paesaggi desolati e glaciali effettuate ai Circoli Polari Artico e Antartico nel 2013. In sostanza l’album è una sorta di colonna sonora. D’altronde lo stesso Zuydervelt ha sempre considerato le sue composizioni in questo senso. E in effetti ascoltando Stilness Soundtracks emerge chiaramente la qualità cinematica di questa musica. Le atmosfere e le ambientazioni sono algide e immobili, perfette nel descrivere il senso di solitudine eterna di queste lande. Immergendosi nell’ascolto si ha davvero una sensazione di quiete assoluta e irreale. E’ un viaggio onirico e profondo alla ricerca dell’essenza della natura. Musica essenziale e minimale che fa venire in mente nomi di prestigio dell’ambient come Steve Roach, Robert Rich e Vidna Obmana, artisti che hanno esplorato e sperimentato i confini dell’ignoto. Steve Roach in particolare ha sempre avuto un rapporto diretto e privilegiato con il paesaggio basti pensare a dischi come l’imponente Dreamtime Return o Australia: Sound Of The Earth, dedicati all’Australia e ai suoi miti arcani. La strumentazione è essenziale e limitata ai campionatori e agli archi. Stillness Soundtracks piacerà a tutti gli amanti della deep music e dell’ambient ma anche a chi non ha paura di confrontarsi con suoni sperimentali. Disponibile su Bandcamp (http://machinefabriek.bandcamp.com/album/stillness-soundtracks).

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.